Inps: fusione per incorporazione di Ubi Banca in Intesa Sanpaolo S.p.A.

L'Inps, con proprio messaggio n. 1448 dell'8 aprile 2021, comunica che dal 12 aprile 2021 sarà operativa la fusione per incorporazione di UBI Banca (ABI 03111) in Intesa Sanpaolo S.p.A. (ABI 03069).


Per quanto concerne il pagamento delle prestazioni non pensionistiche, come già comunicato a ciascun correntista dalla banca incorporante, il beneficiario dovrà effettuare attraverso i sistemi telematici INPS la variazione dell’IBAN, inserendo il nuovo codice IBAN contenente l’ABI 03069 (Banca Intesa Sanpaolo), direttamente ovvero tramite intermediari abilitati, in modo da consentire che i pagamenti siano correttamente disposti.


In ogni caso, al fine di garantire continuità nei pagamenti di prestazioni non pensionistiche in essere, per il periodo massimo di dodici mesi l’INPS continuerà a disporre i pagamenti sulle vecchie coordinate bancarie in proprio possesso.

Nulla cambia per il pagamento delle pensioni INPS.

Infatti, l’Istituto garantisce continuità agli accrediti pensionistici su conto corrente, libretto postale e altri strumenti dotati di codice IBAN, sulla base degli accordi contrattuali in essere con le banche interessate. Pertanto, ove il titolare di pensione mantenga in vigore il rapporto bancario oggetto di trasferimento, non dovrà essere effettuata alcuna comunicazione di variazione dell’IBAN, in quanto dalla data sopra indicata l’accredito delle pensioni verrà automaticamente disposto sul nuovo IBAN, a valere dalle nuove pensioni liquidate, in pagamento il 20 aprile 2021.