3 Febbraio 1871 : 150 anni fa Roma – Capitale d’Italia

A circa 10 anni dalla designazione, Roma diventa "ufficialmente" la Capitale d'Italia, per effetto della legge n. 33, approvata oggi.

Negli anni precedenti capitali italiane sono state Torino e Firenze.

Roma è un comune italiano di 2.787. 959 abitanti, capitale della Repubblica Italiana, nonché capoluogo dell'omonima città metropolitana e della regione Lazio.

Si tratta del comune più popoloso d'Italia e il terzo dell'Unione Europea dopo Berlino e Madrid, mentre con 1287,36 km quadrati è il comune più esteso d'Italia e la quinta città più estesa d'Europa dopo Mosca, Istanbul, Londra, e San Pietroburgo, nonché la prima dell'Unione europea.

Dotata di un ordinamento amministrativo speciale, denominato Roma Capitale, disciplinato da una legge dello Stato, è inoltre il comune europeo con la maggiore superficie di aree verdi.

Fondata secondo la tradizione il 21 aprile del 753 a.C. (sebbene scavi recenti nel Lapis niger farebbero risalire la fondazione a 2 secoli prima), nel corso dei suoi tre milioni di storia è stata la prima metropoli dell'umanità, cuore pulsante di una delle più importanti civiltà antiche, che influenzò la società, la cultura, la lingua, la letteratura, l'arte, l'architettura, l'urbanistica, l'ingegneria civile, la filosofia, la religione, il diritto, e i costumi dei secoli successivi.

Luogo di origine della lingua italiana, fu capitale dell'Impero romano che estendeva il suo dominio su tutto il bacino del Mediterraneo e gran parte dell'Europa, dello Stato Pontificio, sottoposto al potere temporale dei papi e del Regno d'Italia (dal 1871 al 1946).

Per antonomasia, è definita l'Urbe, Caput Mundi e Città eterna.