Patronato Enasc : 26 aprile 2010 / 26 aprile 2020

Riceviamo e pubblichiamo la splendida lettera che le operatrici delle sedi Enasc-Unsic di Crotone, Perugia , Pisa e Taranto hanno voluto scrivere con il cuore alla Dirigenza Nazionale in occasione del decennale. Un atto davvero encomiabile che conferma non solo l’importanza dei valori umani alla base del nostro sindacato, ma anche un faro nel buio di questo periodo storico oscurato dall’emergenza Covid-19.

" Cari colleghi,

è con immensa commozione che ci accingiamo a scrivere questa breve ma sentita riflessione.

Certamente, come ormai noto, il bombardamento mediatico su quanto sta affliggendo il panorama mondiale, ci spinge ad una maggiore responsabilità nel ruolo che professionalmente e quotidianamente rivestiamo.

Per questo, il nostro intento, era, è, e rimane, quello di ribadire il senso di appartenenza alla nostra famiglia Enasc, che si accinge al raggiungimento di un traguardo prestigioso qual è il decennale. Salvatore Mamone

Ricordiamo ancora l’enfasi e l’orgoglio col quale, in un travagliato viaggio di ritorno da Torino (sede di incontro nazionale) , il Presidente Salvatore raccontava i sacrifici e la ostinata determinazione sua e di Domenico nel voler partorire e forgiare la loro creatura che oggi ci accoglie e supporta, per rendere un servizio quanto mai prezioso alla collettività.

Ecco! L’impegno profuso, gli ostacoli superati e da superare in un mondo così competitivo, la professionalità, lo definiremmo un grande gioco di squadra, dove ognuno di noi svolge un ruolo ben preciso: Presidente, dirigente, responsabile provinciale e zonale, che giornalmente mettono al servizio degli altri la faccia, il cuore, l’impegno. Ingredienti preziosi per il conseguimento degli attuali risultati.

Come non ringraziare, quindi, questi due uomini, Salvatore e Domenico che, non hanno mai indossato i panni del datore di lavoro “classico”, a cui il rispetto è dovuto e a volte non sentito; riescono ad immedesimarsi nelle nostre esigenze dove i rapporti personali contano ancora qualcosa. Tutto ciò ha prodotto come risultato un gruppo di lavoro, che misto al rapporto franco ed alla stima reciproca, è proteso all’unità avendo quale scopo quello di umanizzare e rendere familiare un servizio reso agli assistiti.

Per cui a Voi diciamo: “Grazie, Grazie, Grazie”.

Ci viene in mente una similitudine tra i nostri condottieri, Salvatore e Domenico, con il comandante della nave da crociera “Diamond Princess”, Gennaro Arma. E’ a lui che vogliamo paragonare i nostri PRESIDENTI: austeri, nella rotta, capaci di tenere unito, e, seppure dinnanzi a mille difficoltà, il proprio equipaggio e di condurlo verso nuove e avventurose destinazioni.

Concludiamo ribadendo l’onore e la soddisfazione di far parte di una grande famiglia, unita, e sapientemente guidata, dai nostri Presidenti.

Tanti Auguri cara famiglia ENASC e Ad Maiora!

CARMELA CISTARO

SIMONA ALUNNI

SABRINA SACCOMANNO

CATERINA SOLITO