Opzione Donna – Proroga per l’anno 2020

Ancora un anno per l’opzione donna ! Infatti la Legge di Bilancio 2020 estende il regime pensionistico dell’articolo 1, comma 9 della legge 243 del 2004 alle lavoratrici , dipendenti ed autonome , di accedere alla pensione di anzianità con requisiti anagrafici e contributivi più favorevoli ma scontando , questa agevolazione , con un calcolo interamente contributivo del trattamento di pensione .

Quindi anche per il 2020 c’è la possibilità di andare in pensione con il regime agevolato dell’opzione donna , con i seguenti requisiti :

  • 58 anni per le lavoratrici dipendenti e 59 per le lavoratrici autonome , età anagrafica da maturare al 31 dicembre 2019 ;
  • 35 anni di contribuzione effettiva , sempre al 31 dicembre 2019 ( contributi validi sono quelli obbligatori , da riscatto , volontari , figurativi – esclusi quelli per la malattia e la disoccupazione - , contributi trasferiti per effetto della ricongiunzione o di costituzione della posizione assicurativa e quelli esteri / niente cumulo / )

Resta in vigore il meccanismo delle finestre mobili , previsto dall’articolo 12 del DL 78 del 2010 , come convertito con legge 122 del 2010 , che prevede uno slittamento nella percezione del primo pagamento pensionistico di 12 mesi , per le lavoratrici dipendenti , e di 18 mesi , per le lavoratrici autonome , dopo la maturazione di entrambi i requisiti , età anagrafica e 35 anni di contribuzione .

Alla prestazione non si applica l’adeguamento della speranza di vita ed è possibile richiedere il trattamento al minimo .

Dopo la pensione è possibile svolgere l’attività di lavoratrice dipendente ( prima è necessario la cessazione dell’attività per ottenere la prestazione ) o di lavoratrice autonoma .

Si rammenta che il personale del comparto scuola e AFAM , che ha maturato i requisiti entro il 31 dicembre 2019 , potrà presentare domanda di cessazione dal servizio entro il 28 febbraio 2020 con effetti dall’inizio rispettivamente dell’anno scolastico o accademico ( cioè dal 1° settembre e dal 1° novembre 2020 ) .